Indicazioni ministeriali per la vaccinazione di persone con pregressa infezione da Covid-19

covid circolare vaccinazione rsa
07/04/2021
Il Ministero della salute lo scorso 3 marzo ha emanato una Circolare che fornisce indicazioni inerenti la vaccinazione delle persone con pregressa infezione da COVID-19, indipendentemente dal decorso clinico. Questa infatti riguarda sia coloro che si sono ammalati ed hanno presentato sintomi, che coloro che sono rimasti asintomatici.

La circolare prende in considerazione la possibilità di vaccinare tutti coloro, che sono risultati positivi al COVID-19, e che successivamente si sono negativizzati con la somministrazione di un’unica dose di vaccino.

Questa indicazione è ritenuta valida purché la vaccinazione venga eseguita ad almeno 3 mesi di distanza dalla documentata infezione e preferibilmente entro i 6 mesi dalla stessa.

Al momento della vaccinazione, viene comunicata al sanitario la pregressa infezione da COVID-19, attraverso un modello di autocertificazione e un documento che dimostri l’infezione, come ad esempio il referto del tampone molecolare positivo. In assenza di questa evidenza di positività al tampone, si raccomanda che l’informazione anamnestica relativa a una pregressa infezione venga raccolta nel modo più completo e dettagliato possibile.

Ai fini del processo decisionale vaccinale, come da indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nella circolare non è raccomandata l’esecuzione di test sierologici o di altro tipo di test volto ad individuare la risposta anticorpale nei confronti del virus sviluppata dal pregresso contagio/malattia.

Il Ministero della salute sottolinea che l’indicazione ad una sola dose di vaccino non è da intendersi applicabile ai soggetti che presentino condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici, non essendo prevedibile la certezza della protezione immunologica dall’infezione da COVID-19 e quanto questa possa essere duratura.
In questi soggetti, si raccomanda di proseguire con la vaccinazione mediante l’utilizzo dei vaccini a oggi disponibili.

Queste raccomandazioni potranno essere rivisitate e aggiornate, alla luce dei dati relativi alla copertura immunologia rispetto all’emergere e alla diffusine di varianti di COVID-19.


Per saperne di più:
03/03/2021 Circolare del Ministero della Salute - Vaccinazione dei soggetti che hanno avuto un’infezione da SARS-CoV-2

Per approfondire il tema vaccinazioni in RSA leggi anche le news:


Approfondisci il tema coronavirus e anziani in RSA con alcune delle nostre news: