Malattie infettive, nuovo coronavirus, influenza: non perdere la testa, ma attua misure efficaci per prevenire e gestire la trasmissione

coronavirus influenza mascherina goccioline trasmissione
05/03/2020
Prendendo spunto dal diffondersi dell'attuale epidemia da nuovo coronavirus Covid-19, l'articolo appena pubblicato sul portale Infezioni Obiettivo Zero Coronavirus, influenza e goccioline di saliva: le misure per prevenire la diffusione, fa il punto sulle precauzioni da adottare per evitare la diffusione, che valgono anche nei casi di manifestazioni cliniche di tipo respiratorio correlate al periodo influenzale.

Leggi tutto...
Interventi ambientali per prevenire e ridurre le cadute degli anziani: poche le novità dal BMJ

prevenire cadute anziani rsa interventi ambientali bmj
21/01/2020
L’articolo What type of environmental assessment and modification prevents falls in community dwelling older people? uscito su BMJ ha selezionato con criteri di revisione sistematica quattro tra i principali database elettronici sanitari ed esplora le molte incertezze che ancora permangono nell’effettuare e valutare gli interventi efficaci nel prevenire e ridurre le cadute in soggetti anziani che vivono al proprio domicilio.

Leggi tutto...
Ai nastri di partenza la seconda edizione del corso per direttori e responsabili RSA. Scadenza posticipata al 30 aprile

corso aggiornamento
18/02/2020

Cari direttori di RSA,
anche quest’anno è stato istituito presso l’Università degli Studi di Firenze, il corso di aggiornamento professionale La responsabilità dirigenziale nelle strutture e nei servizi socio-sanitari: principi, strumenti e metodi.

Il corso è diretto dal prof. Guglielmo Bonaccorsi e organizzato in collaborazione con il Centro Studi ORSA di Bagno a Ripoli.

La sede delle attività didattiche è presso il Dipartimento di Scienze della Salute (DSS), ex Istituto di Igiene, Viale Morgagni n. 48, Firenze.

Leggi tutto...
L’importanza della semantica e della dimensione umana nei processi di cura

semantica processi di cura07/01/2020
Nei luoghi di cura, negli ultimi anni, si sta dando sempre più valore agli aspetti oggettivi ed iper-specialistici della cura, contribuendo, potentemente, alla perdita di una visione d’insieme della presa in carico. Questo processo si basa su una rappresentazione della conoscenza come insieme di tecniche ed informazioni settoriali e specialistiche, che si deresponsabilizza verso tutto ciò che è fuori da questa visione e non tiene conto dell’ecologia dell’azione.

Leggi tutto...